Viuuulenza

Due storielle per voi. Questi giorni si fa un gran parlare di questo evento

In breve, s’e` visto come nella civilissima Melbourne basta essere neri per beccarsi mezza folla rabbiosa e schiumante. E mi raccomando, SEOD (Speak English Or Die).
Va beh, senza parole. Mi chiedo quante volte questo succeda senza che si sappia, visto che a ‘sto giro si trattava di un’Europea. In pratica sta in prima pagina sui giornali!

Storiella numero due: poco fa io e il motore per la socializzazione stavamo rientrando da una corsetta (mortale) di 20 minuti al parco qui dietro quando praticamente sotto casa, ad un angolo vedo una macchina parcheggiata con un tipo dentro e due tipi fuori. Uno dei due appoggia una bottiglia per terra e estrae una pistola che punta ad un altro gruppetto a 15 metri di distanza. Si dicono qualcosa con un tono che non riesco a percepire, ma non e` che sto li a tergiversare: accelero e spingo l’ignara (figuriamoci) consorte davanti a me. Entrati nel palazzo chiamo la polizia che nel giro di 5 minuti si fionda sul posto a sirene spiegate (diciamo che il nostro quartiere non ha storicamente la fama di essere tranquillissimo) con numero 2 (due) macchine e numero 1 (furgoncino). Mi richiamano al cellulare e chiedono informazioni sui tipi, sulla situazione, sulla macchina, sulla direzione che hanno preso. Poi mi chiedono di scendere.

A questo punto mi stanno gia` girando a mulinello gli zebedei, visto che non mi va a genio l’idea di scendere in strada magari a puntare il dito contro qualcuno. Sai com’e`…
Beh morale della favola si rifanno dire tutto per filo e per segno, scrivono giu` i miei dati e continuo ad interloquire con il poliziotto belloccio. Nel frattempo ila scende (credo per il poliziotto) e si mette li con gli occhi a cuoricino per la serie “agente, si segni anche il mio numero”. Terzo giro di domande dal suo superiore fino a che scendono dei tipi da una scala di un palazzo li di fronte e parlottano con qualcuno dei poliziotti…mi si avvicina e chiede: -non e` che potrebbero essere saliti li all’istituto dei film di sta ceppa?

Alzo lo sguardo anche io e scopro che dietro casa abbiamo un istituto per i film/serie tv. Se fossi in un cartone giapponese passerebbe un gabbiano e avrei gli occhi a mezz’asta. Morale della favola, erano solo degli amici che facevano i pirla con una pistola giocattolo. I poliziotti hanno comunque tenuto a dire che abbiamo fatto la cosa giusta, ma ho come sentito un sottofondo di “idiotaidiotacihaichiamatiperniente”. Io stavo ancora pensando che se fosse stata una cosa seria non mi sarebbe piaciuto farmi trovare li a parlottare con i poliziotti, anche se l’ho fatto presente quelli han risposto facendo orecchie da mercante.

Almeno mia moglie mi ha detto che sono un bravo umarell.

Annunci

4 thoughts on “Viuuulenza

  1. ma che razzismo vogliono fare?! questi son galeotti, figli e nipoti di galeotti…

    poi ci hanno fatto una bella multa ai giovinastri pistoleri? li hanno condannati per procurato allarme di un probo cittadino?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...